giovedì 17 ottobre 2013

ladro gentile

A volte penso che io sia inabitato da un ladro. Un ladro gentile e accorto: un mano lesta col sorriso, che piano piano porta via pezzettini di me. Un'arteria che si chiude per portar via un pezzettino di cuore, una cataratta che "scende" per trafugare un po' di vista, qualche nodulo alla tiroide per nutrirsi di ormoni, un po' di artrosi disseminata in tutto il corpo tanto per fiaccare un po' me e prendere forza lui e una manciata di cellule perché si mantenga giovane. Ma non pensate che sia un ladro cattivo, anzi! Il suo nome è fratello Tempo e sta al servizio di Dio. Piano piano, con molta pazienza, ci accompagna verso l'Eternità!

mercoledì 16 ottobre 2013

L'amuri di Diu

ciaffiari intra all'acqua e sutta all'acqua: 'u giocu cchiù beddu pi' carusi. Risati allegri e soddisfatti chi in chjnu l'anima, lu mumento e la vita! Chistu pi' mia è l'amuri di Diu!

giovedì 12 settembre 2013

'U guvernu!

‘U Statu italianu è ‘na bazzilletta,
l’unicu chi non ci cridi è Enricu Letta.
Sempri dici ‘u guvernu non si spascia,
ma su tutti pronti chi furcuni e l’ascia.
Berlusconi oramai è chi paddi ‘nta cascia,
ci ‘nziccaru chi denti a ganascia
su ‘nghiutteru chi scappi e quasetti
e i so pusa i ‘nchiuvaru e morsetti.

'A mamma

'A mamma è comu 'na quercia antica,/ mai stanca, in silenziu fatica,/ 'nta l'occhi so leggi pi'tia lu beni/ e cu' lu so fari tutta 'a famigghia susteni.
Pronta sempri pi'tia a cucinari,/ un gesto d'affetto mai ti fa mancari/ e unita tutta 'a famigghia sempri teni!
'A quercia è comu 'na mamma./Un cocciu 'i ghianda mai ti fa mancari/ e sutta 'i so rami pronta ti fa sustare,/ tuttu un sinteri cu' li radici susteni/ e lignu bonu pu' lu focu manteni!

giovedì 5 settembre 2013

Superbia

Dagli altri pretendiamo sempre la perfezione, perché noi ci consideriamo perfetti. Non facciamo mai nessuno errore, a sbagliare sono sempre gli altri...........Questa è una delle croci che ci portiamo, una delle peggiori perché questa croce ci porta alle incomprensioni e al litigio e in alte sfere è quella che porta alla guerra. Non siamo capaci di mettere in discussione noi stessi e il nostro modo di pensare, le nostre idee e questa è superbia!

mercoledì 24 luglio 2013

L'amicizia

A volte capita che hai bisogno di confidare un qualcosa di molto intimo, certo ne parli subito con Gesù, chiedi conforto, forza d'animo, ma ti senti ugualmente smarrito, non vuoi preoccupare tua moglie, magari non c'è motivo, tanto meno i tuoi figli e la cosa è talmente personale che...........boh!

sabato 13 luglio 2013

In Campagna

Guarda che belle pere! Avrei voglia di mangiarne un paio.
-Chiedi al padrone.
-Cosa a quello? L'anno scorso in autunno ho chiesto se mi dava due cachi e mi ha raccolto due frutti completamente marci, mi sono presa talmente di stizza che appena è andato via gliene ho rubato un secchio intero. Adesso non glieli chiedo, appena andrà via vado a raccoglierne due sole, ho paura che si comporti allo stesso modo ed io di conseguenza!

Mi sa che non conviene essere avari!

lunedì 1 luglio 2013

totalitarismo del pensiero

I cristiani tutti siamo ostaggio del pensiero dominante, infarcito di relativismo e della cultura del tutti siamo uguali senza differenze: negazione della realtà. Diamoci una svegliata perché siamo già al punto che non possiamo esprimere i nostri pensieri senza ricevere attacchi verbali di violenza inaudita.

domenica 26 maggio 2013

Educazione é Evangelizzazione

Quando da bambino entravo in chiesa mia mamma mi raccomandava di stare zitto e composto perché stavamo alla presenza del Signore. L'altare non poteva essere toccato perché icona e luogo del sacrificio di Cristo e se per caso si passava davanti al Tabernacolo bisognava inginocchiarsi. Il rispetto per i luoghi sacri, per il parroco e soprattutto per il Signore si poteva toccare con mano. Oggi? Oggi solo tanta amarezza per quello che si vede in chiesa per non parlare di quello che bisogna sopportare durante la celebrazione Eucaristica! Se i parroci andassero via, si mormorerebbe per qualche giorno, ma non importerebbe niente a nessuno.

lunedì 20 maggio 2013

Un sorriso

Seduto sulle scale
della chiesa
guardo la gente
passare, occhi spenti,
labbra serrate.
Non vedo bimbi,
non odo vociare,
osservo ritardi e
trascinanti fatiche.
Seppellita, nascosta,
smarrita la gioia...
senza Gesù!
Mi vien voglia
a vederli di fare
il giullare,
un sorriso io chiedo,
un sorriso
a Gesù!

lunedì 13 maggio 2013

Come cosa normale

Ridere con chi ride e piangere con chi piange non per compiacere, ma perché vivi esattamente quello che vivono gli altri è cosa fuori dal comune e non so neanche se è un dono o una condanna, perché è bello gioire con chi sta vivendo una bella situazione, ma entrare nella sofferenza degli altri e soffrire come loro non è certo cosa piacevole. A volte sto male per giorni interi, ma queste sofferenze sono lenite da altre giornate come quella di oggi ad es., 13 maggio 2013. Ho da ringraziare il Signore e la sua Mamma e la nostra mamma celeste perché un altro miracolo si è realizzato senza che nessuno abbia capito che di miracolo si è trattato. Dio fa sembrare tutto normale. Entra nella vita di chi a Lui si affida e lo guida senza mai comparire.

sabato 4 maggio 2013

Morire liberi

Ma chi stabilisce l'uniformità di pensiero? Chi è il tenutario di questo modo di pensare che deve essere uguale per tutti? 
Sembra che nessuno possa avere un'idea propria e che nessuno possa esprimerla senza passare per un processo mediatico.
Esistono i governi totalitari che non ti permettono l'espressione di pensiero e a quanto pare esiste un modo di pensare al di sopra di altri modi che ti impedisce di pensare in maniera diversa. La libertà di pensiero è sotto scacco!

mercoledì 10 aprile 2013

Durezza di cuore

Siamo di nuovo al tempo della caccia alle streghe e le streghe sono i cristiani. Mi sono permesso di dire che il comportamento dei divorziati è un comportamento di persona egoista che pensa solo a se stessa ed ai propri comodi. Sono stato subito tacciato come colui che punta il dito sugli altri. Ho cercato di spiegare che mi riferivo ad un comportamento da condannare e non mi riferivo alle persone che vanno sempre giustificate e capite. Cercavo di spiegare  che pensare a se stessi a discapito del bene dei figli, che togliere ai figli tempo e presenza, che delegare ad altri la propria genitorialità è un comportamento che dimostra qualcosa di diverso dall'amare i propri figli e questo qualcosa di diverso io lo chiamo egoismo. Non mi è stato permesso spiegare. Volevo spiegare attraverso delle domande, per portare il mio interlocutore ad un ragionamento, non mi è stato permesso fare domande. Il mio pensiero chiaramente non è uniforme a quello che pensa la maggior parte della società, ma sono contento uguale. Io la penso alla maniera di Gesù:- "Per la durezza del vostro cuore Mosè vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli"!

domenica 7 aprile 2013

L'onore

"L'onore per un buffone sta in una grassa risata, per i principi della terra nel sorriso della gente". 
Mi è venuta questa frase pensando alla faccia contenta di alcuni nostri parlamentari il giorno dopo le elezioni. Cosa avevano da ridere sinceramente non riesco a capirlo, a saper leggere tutto ciò che ci circonda c'è da piangere, sicuramente c'è da rimboccarsi le maniche e fare. Siamo prigionieri della politica dei più forti o di coloro che fanno credere di essere più forti, ma non lo sono, siamo bloccati dalla paura. Soprattutto siamo bloccati dalla incapacità, ingordigia, egoismo, vanagloria, presunzione di chi ci governa!